Nuova Antologia e le “profezie“ di Spadolini
La Nazione, 27-04-2022, Cosimo Ceccuti
Oggi presentazione del primo fascicolo del 2022 della rivista diretta da Ceccuti

Sarà presentato questo pomeriggio al Caffè Letterario Le Murate il primo fascicolo 2022 di Nuova Antologia, antica rivista di Lettere Scienze ed Arti che quest’anno compie la bellezza di 157 anni di pubblicazioni ininterrotte. Ogni tre mesi, 400 pagine di articoli, interviste, saggi e rassegne. Ogni tre mesi un appuntamento dal vivo con i lettori e gli appassionati, promosso dalla Fondazione Spadolini Nuova Antologia, sua proprietaria
e realizzatrice. Protagonisti, come da tradizione, due degli autori presenti nel numero fresco di stampa: Valdo Spini, che parlerà de “Il 17 febbraio 1848, primo atto di libertà religiosa in Italia”, e Zeffiro Ciuffoletti, con un intervento sul tema “Internati militari italiani: una testimonianza”. “Sono come sempre vari e di particolare interesse i contenuti del fascicolo 12022 di Nuova Antologia” – sottolinea Cosimo Ceccuti, direttore della rivista –. In apertura il testo “profetico“ di Giovanni
Spadolini, pressoché inedito, sulla comunicazione negli anni 2000. Mario Draghi affida alla rivista i suoi interventi a Firenze, in occasione della conferenza “Mediterraneo frontiera di pace“. La storia presenta le riflessioni di Valdo Spini e Sandro Rogari, ma non manca un richiamo alle due guerre mondiali, col saggio di Tito Lucrezio Rizzo e con Silvia Alessandri, col diario inedito del padre “internato militare” nel secondo conflitto. Ad aprire l’incontro Cosimo Ceccuti e l’editore Antonio Pagliai.
Nuova Antologia - a. CLVII, n. 2301, gennaio-marzo 2022
Rivista di lettere, scienze ed arti. Serie trimestrale fondata da Giovanni Spadolini