La grande avventura di Bernabei e del Giornale del Mattino
La Nazione, 11-11-2021, ––
Domani alle 16 nel Salone de’ Dugento di Palazzo Vecchio sarà presentato il volume ‘Il Giornale del Mattino’ di Ettore Bernabei, edito da Polistampa. Dopo i saluti del presidente del consiglio comunale Luca Milani e del presidente della Regione Eugenio Giani interverranno la direttrice de La Nazione Agnese Pini, il presidente della Fondazione Spadolini Cosimo Ceccuti e il presidente della Fondazione La Pira Mario Primicerio. Ingresso solo con il green pass.
Il testo, curato dal professor Pier Luigi Ballini dell’Università di Firenze, ricostruisce la storia del Giornale del Mattino, quotidiano
fondato a Firenze nel 1947, concentrandosi sugli anni in cui la direzione fu affidata ad Ettore Bernabei (1952-1956). Il giornale, fondato con il nome di «Nazione del Popolo», ebbe presto rilevanza nazionale grazie a format innovativi come servizi fotografici, inchieste e rubriche, che crearono un forte dialogo con i lettori. Il saggio esamina le influenze che alcuni dei più importanti personaggi politici del tempo, prima De Gasperi e poi Fanfani, ebbero sulla redazione, e di come la testata seppe raccontare il periodo di ricostruzione dell’Italia al termine della seconda guerra mondiale
e la sua rinascita; una sezione è poi dedicata alla linea editoriale mantenuta nei confronti delle relazioni tra la Chiesa e la politica. Dopo un approfondimento dedicato al ‘cuore’ della redazione, e al suo sviluppo professionale e culturale, il libro si conclude con un capitolo dedicato ai rapporti tra il sindaco Giorgio La Pira e il direttore Bernabei. Gli autori dei contributi raccolti nel volume sono Luciano Alberti, Pier Luigi Ballini, Bruna Bocchini Camaiani, Matteo Gerlini, Anna Letizia Marchitelli, Giuseppe Matulli, Federico Mazzei, Piero Meucci, Piero Roggi, Federico Rossi.
Il «Giornale del Mattino» di Ettore Bernabei