In un libro torna «Ivo il tardivo», protagonista oggi come 26 anni fa
Toscana Oggi, 18-07-2021, ––
Non è il primo libro che Philippe Chellini ed Enrico Zoi dedicano ad Alessandro Benvenuti. Di fatto potrebbero essere considerati i biografi dell’attore e regista fiorentino che, infatti, questa volta firma con loro il volume: «Ivo il tardivo – Indagine su una pellicola folle e straordinaria» (Sarnus – pp. 96, 12 euro). Il film di Benvenuti, con una giovane e bellissima Francesca Neri, uscito nel 1995, fu tra le prime pellicole a occuparsi del problema dell’autismo e Ivo è ancora oggi considerato uno dei personaggi a lui più riusciti. Il volume che Zoi, giornalista fiorentino esperto di cinema e innamorato della Fiorentina, e Chellini, nato in Francia
ma fiorentino di adozione, hanno scritto è una vera analisi della storia di Ivo e del borgo disabitato di Castelnuovo dei Sabbioni, nel comune di Cavriglia. Disabitato fino all’arrivo del protagonista, che qui decide di vivere e dove torna anche quando la storia con Sara sembra prendere un binario che lo rende ancora più solo. Non sarà così, alla fine del film e del libro. Gli autori, tra i quali appunto lo stesso Benvenuti, tornano a distanza di anni nel piccolo borgo, rivivono i giorni, anzi le settimane, del set, parlano con gli abitanti di quelle zone, molti dei quali impiegati proprio nella realizzazione della pellicola, alcuni pure come comparse. Tante
le foto del set e i disegni originali di allora che si ritrovano nel volume. Ci sono poi aneddoti che lo stesso regista racconta per la prima volta. Insomma se nel film «Ivo il tardivo» riesce a far risorgere un borgo disabitato e vivere una storia d’amore che non è una fiaba, il volume ci spiega i segreti di quella pellicola, ma soprattutto fa rivivere una serie di personaggi che per gli ammiratori di Benvenuti, tanti, sono di fatto una scoperta di come lui seppe scrivere e dirigere una storia unica, quasi prevedendo quanto quel personaggio sarebbe entrato nella vita delle donne e degli uomini del terzo millennio insieme a quelle case disabitate.
Ivo il tardivo
Indagine su una pellicola folle e straordinaria