Scaffale toscano
Toscana Tascabile, 01-11-2020, Gloria Chiarini
Giunge opportuno nel mese di novembre, in cui si ricorda il triste anniversario dell’Alluvione del 1966, questo volume dedicato ai ponti di Firenze scritto dai fratelli Andrea e Fabrizio Petrioli per i tipi di Polistampa (ed. 2020, pp. 160, 13€). Il titolo scelto è “50 a.C. Firenze e l’Arno dal primo all’ultimo ponte”: un racconto del fiume in duemila anni di storia, dall’epoca romana ai giorni nostri, svelandoci la vita dentro e intorno all’Arno, le opere legate al fiume, le curiosità, le leggende e i personaggi. Leggerlo è come fare una camminata lungo gli argini del fiume, tra i lungarni e le piazze, le case e i palazzi che si specchiano nelle sue acque, gli antichi ponti,
i ‘traffici e i ‘divertimenti’ che in passato si svolgevano quotidianamente nel suo letto e lungo le sue sponde: sulla riva destra si va da Bellariva, dove nell’Ottocento si stabilirono i pittori Macchiaioli, alle Cascine, dove passeggiavano in carrozza e a cavallo signori e nobildonne; sulla sinistra si va dall’Anconella all’Isolotto passando per il Cestello e il Torrino di Santa Rosa. Si comincia ovviamente con il Ponte Vecchio, nato sul punto di guado che permise di passare dalla sponda Sud a quella Nord (da qui, dalla Cassia romana, oggi Via Senese, giunsero merci, cultura e infine anche la nuova religione Cristiana), e si arriva agli ultimi due ponti, Il Ponte
all’Indiano e il Ponte Giovanni da Verrazzano, passando per i tre ponti storici, a Santa Trinita, alla Carraia e alle Grazie, fino ai tre più recenti: San Niccolò, alla Vittoria e Vespucci.
Firenze è stata da sempre segnata dall’Arno, nel bene e nel male, a causa del regime torrentizio del suo fiume. Nei secoli, la città è stata sommersa per ben 180 volte: 180 inondazioni ‘certificate’ dagli antichi diaristi partendo dal 1100 (sono escluse quindi quelle verificatesi nell’Alto Medioevo e nel periodo romano). Sicuramente quelle più disastrose sono state in complesso otto e riportano queste funeste date: 1333, 1547, 1557, 1589, 1740, 1758, 1844, 1966.
50 a.C. Firenze e l’Arno dal primo all’ultimo ponte