| Firenze | Scheda Libro

Le parole del castello nelle opere di Dante Alighieri

Mauro Pagliai, 2021

Pagine: 80

Caratteristiche: ill. b/n, br.

Formato: 12x17

ISBN: 978-88-564-0483-8

Collana:

Storie del mondo Tascabili, 3

Settore:

A3 / Architettura, urbanistica, territorio

DSU1 / Storia

L1 / Studi, storia della letteratura

Vedi:

Dante Alighieri

€ 7,60

€ 8 | Risparmio € 0,40 (5%)

Quantità:
L’epoca di Dante Alighieri, caratterizzata dai conflitti tra Chiesa e Impero e rivalità di potere tra i Comuni, è nell’immaginario collettivo uno scenario punteggiato da castelli, torri e città murate, con assedi e scontri armati all’ordine del giorno. Ciò che per noi è una semplice e suggestiva fascinazione, perlopiù mediata dalla letteratura romantica dell’Ottocento, per il Poeta era dunque realtà quotidiana e palese: lo dimostrano i moltissimi termini riconducibili, direttamente o indirettamente, alle fortificazioni medievali, presenti nella Divina Commedia così come nelle opere minori.
Il saggio analizza questo specifico ambito lessicale, accompagnandoci in un vero e proprio viaggio illustrato dove l’architettura s’intreccia con la tecnica militare, la balistica e l’ingegneria.

Presentazione di Franco Cardini.