| Firenze | Scheda Libro

Chiamatemi Ungar
Da Budapest all’Italia guerre, amori e rivoluzioni dell’esimio profugo professor Ferenc, Csikusz per gli amici

Polistampa, 2020

Pagine: 336

Caratteristiche: ill. b/n., 24 tavv. col. f.t., cart.

Formato: 17x24

ISBN: 978-88-596-2087-7

Settore:

L2 / Romanzi

€ 24,70

€ 26 | Risparmio € 1,30 (5%)
Spedizione Gratuita

Quantità:
Prefazione di Franco Cardini

Scritto in forma di autobiografia, il romanzo racconta una vicenda privata che si incrocia e si confonde con la grande Storia della Mitteleuropa del Novecento: fine degli imperi, conflitti mondiali e rivoluzioni, ascesa e caduta dei fascismi, Olocausto, Guerra Fredda, l’incubo dell’atomica, la vittoria della democrazia sulla tirannide.
Chi è Ferenc Ungar, il protagonista? È un ungherese di famiglia ebrea, battezzato protestante da adolescente per sottrarlo alla Shoah, fuggito a vent'anni dai carri armati sovietici che avevano invaso il Paese. Rifugiatosi avventurosamente in Italia, ha saputo conquistarsi un futuro diventando medico di fama.
Poesia e umorismo, abilità letteraria e precisione storica sono le qualità che concorrono a fare di questo libro un'opera vibrante e fuori dagli schemi, un enciclopedico e avvincente viaggio nelle tenebre d’Europa, uno strumento per conoscere più a fondo, con le passioni di un uomo, l’anima del vecchio continente, dove oggi, benché tra non poche contraddizioni e incertezze, si pratica comunque la forma più alta di civiltà affermatasi nei millenni.